comunisti – Roma


Vai ai contenuti

Resoconto del Comitato Provinciale del 17-Sett-2011

Primo piano > Comitato Provinciale

O L’UE…O LA VITA? VOGLIAMO DIRE LA NOSTRA

Dal Comitato Provinciale di Roma la proposta di una campagna per il rispetto della Costituzione e per far decidere al popolo se rimanere o no in questa Europa. Si comincia l’8 ottobre.
Il Comitato Provinciale di Roma di Comunisti-Sinistra Popolare, che si è riunito il 17 settembre scorso alla presenza del segretario nazionale Marco Rizzo e di vari compagni della Direzione Nazionale, ha assunto alcune importanti decisioni sulle iniziative da realizzare già nelle prossime settimane e che rilanciano le posizioni più volte espresse da Csp sulla crisi economica e sull’
Unione europea
“Se l’Europa deve significare miseria, precarietà, assenza di servizi sociali e di futuro per i giovani – ha affermato la segretaria provinciale Cristina Benvenuti nella sua relazione – noi siamo contro questa Europa e soprattutto vogliamo che ai lavoratori sia data la possibilità di esprimersi su questo tema”. Per trasformare questi contenuti in una mobilitazione che aggreghi migliaia di giovani, lavoratori, precari attorno alle parole d’ordine di Csp, Benvenuti ha avanzato una proposta, subito apprezzata da Marco Rizzo e poi approvata all’unanimità dal Comitato: lanciare una campagna di massa che diffonda questi contenuti nei luoghi di lavoro, nei quartieri proletari, nelle piazze. Una campagna che, partendo da Roma, raggiunga tutta l’Italia e possa poi collegarsi ai tanti momenti di lotta che i comunisti stanno organizzando nelle varie capitali europee. Lo strumento individuato per realizzarla è molto semplice, ma consentirà a migliaia di lavoratori di esprimere tutto il proprio malcontento contro questa Europa: le decisioni che stanno riducendo sul lastrico milioni di famiglie vengono assunte senza nemmeno consultarci. Ora vogliamo dire la nostra. Verranno perciò stampate decine di migliaia di cartoline da inviare – gratuitamente come consente la legge – al Presidente della Repubblica.
“O l’Ue…o la vita? Vogliamo dire la nostra” è lo slogan scelto contro questa Europa di scippatori. “Vogliamo che sia rispettata la Costituzione – sarà scritto in sostanza sulla cartolina – vogliamo essere noi a decidere se rimanere o no in questa Europa”.
La campagna, che dovrà avere respiro nazionale, sarà lanciata a Roma in occasione di una manifestazione internazionale che Csp sta organizzando per il prossimo 8 ottobre. Per Comunisti-Sinistra Popolare di Roma questa campagna sarà anche l’occasione, dopo il grande successo della Festa popolare in Tiburtina della scorsa estate, per estendere il radicamento di Csp tra i lavoratori e nei quartieri proletari.
“Dobbiamo trasformare la diffusione di queste cartoline in delle vere e proprie manifestazioni – ha proposto Norberto Natali della direzione nazionale –, distribuendo volantini di approfondimento, parlando con la gente di tutti i quartieri di Roma, spiegando la necessità di ricostituire il Partito Comunista”.

Bookmark and Share

Home Page | Primo piano | Aree tematiche | Multimedia | Contatti | Mappa del sito


Torna ai contenuti | Torna al menu